CINEMA & FUMETTO: COPPIA VINCENTE

Cinema e fumetto hanno quasi la stessa età. La data della prima pellicola presentata dai fratelli Lumière è datata 28 dicembre 1895, solo qualche settimana dopo - il 16 febbraio 1896 - Richard Felton Outcault pubblicò la sua prima tavola sul New York World di Joseph Pulitzer dando vita al primo eroe dei comics, un bambino con il camicione giallo chiamato Yellow Kid. Allo stretto legame che unisce i fumetti al grande schermo il canale satellitare Studio Universal sta dedicando, ogni giorno in seconda serata per tutto il mese di giugno, la rassegna filmata Cinema & Fumetto meritevole di attenzione sia da parte degli appassionati duri e puri, che non mancheranno di apprezzarne la ricchezza di offerta e le autentiche «chicche», sia dallo spettatore meno esperto ma desideroso di potersi accostare a una panoramica suggestiva di tutto il meglio della produzione cinematografica imperniata sui grandi personaggi dei comics: si va da Batman a Superman, da Asterix all'Uomo mascherato, da Flash Gordon a Tarzan, in una carrellata che prende via via la forma della gioiosa abbuffata, film dopo film. Tra le pellicole programmate, interessanti anche per osservare i mutamenti tecnologici e l'avanzare degli effetti speciali nel corso degli anni, si possono intercettare Flash Gordon conquers the universe (1940), Asterix e Cleopatra (1968), Superman (1978, con Christopher Reeve e Marlon Brando), Popey-Braccio di Ferro (1980 di Robert Altman con Robin Williams), Conan il distruttore (1984, con Arnold Schwarzenegger), Batman (1989, con Michael Keaton e Kim Basinger). Per svelare affinità e differenze tra il mondo della celluloide e quello delle strisce animate è stato anche prodotto un documentario messo in onda in giorni e orari diversi secondo il tipico criterio della multiprogrammazione, privilegio riservato alla televisione satellitare. A parlare di come il cinema e il fumetto abbiano saputo interagire sono stati chiamati registi (come Tim Burton, che ha dato vita al Batman cinematografico), disegnatori di successo (come Stan Lee, padre tra gli altri de L'Uomo Ragno, come Milo Manara autore cult di fumetti erotici), esperti di strisce e di cartoni animati (come Luca Raffaelli). L'idea di dedicare un mese intero all'epopea del Cinema & Fumetto non è solo un modo per rendere il giusto e appassionato omaggio a due fondamentali tipologie di intrattenimento della società moderna, ma anche un bell'esempio di valorizzazione delle opportunità concesse dai palinsesti meno rigidi della tivù satellitare. Un mondo in cui non tutto brilla di luce propria, ma dove talvolta si ha la possibilità di pensare a iniziative del genere prendendosi tutto il tempo che serve.