Cinema, musica, arte e video È di moda «scoprire» i talenti

A Le Trottoir un mini-festival dedicato ai cortometraggi. Riaperto il Caffè letterario con un’esposizione sui Nuba

Francesca Lovatelli Caetani

I giovani autori di musica e cultura trovano a Milano diversi palcoscenici sui quali testare la loro creatività, come per esempio Le Trottoir di piazza XXIV Maggio 1 (tel.02/8378166), che ha organizzato un Festival dedicato ai cortometraggi. I film «corti» dovranno essere inviati entro il 15 dicembre al locale. Il tema della manifestazione è libero, le proiezioni sono programmate ogni domenica pomeriggio, dalle 16 alle 20, a partire dal primo weekend di gennaio 2006.
In giuria, nomi prestigiosi della cultura, video-arte e letteratura e un voto potrà essere dato anche dal pubblico. Il regolamento e tutte le altre informazioni si possono trovare su Internet (www.letrottoir.it-cliccare Le trottoir in corto 2006).
Intanto, fino a mercoledì prosegue «Action Painting and jazz», uno spettacolo che nasce dalla ricerca del punto d’incontro tra la musica e l’arte, suono e colore, all’interno di una tecnica improvvisativa. La musica si dipinge e il colore vibra. Mentre i musicisti improvviseranno sulle note del loro caldo jazz, la pittrice li accompagna sulla sua tela, creando così la sua «personale». L’artista in questione si chiama Romina Starec: anticonformista e girovaga, è cresciuta in una casa dove difficilmente potevi trovare spazi bianchi alle pareti, con i suoi quadri che ama definire, spiritual/figurativi/surreal/ecologici. E ancora.
Al Gasoline di via Bonnet, ogni secondo mercoledì del mese, il protagonista è un sito ideato da cinque universitari, che hanno delineato l’immagine del povero di oggi, che presenta la nuova etichetta dance Debauched records-London UK, dalle 23 in poi, con ingresso gratuito e senza obbligo di consumazione. Debauched, artista dell’omonima etichetta, ha prodotto una traccia synthpop-house a 130 BPM in quattro versioni differenti. Dà voce al singolo, la popstar bulgara Petia Pavlova, diva biondo-platino che rappresenta l’immagine di debauched.
Nuova opportunità anche per i giovani autori e coautori milanesi con un nuovo bando di concorso per Musicultura, Festival della Canzone Popolare e d’Autore, l’unico festival che mette a disposizione del vincitore assoluto 20mila euro, assegna una targa della critica di 5mila euro e altre tre borse di studio pari a 2.500 euro l’una, per un totale di 32.500 euro di premi. Uno dei più credibili banchi di prova per chi scrive e compone musica, ha rivolto sempre l’attenzione alla ricerca di nuovi talenti e, nel Comitato artistico di garanzia, quest’anno, ci sono Claudio Baglioni, Franco Battiato, Edoardo Bennato, Carmen Consoli, Lucio Dalla, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Dacia Maraini, Alda Merini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Daniele Silvestri, Antonello Venditti. Per partecipare, occorre inviare due brani inediti di cui siete autori, coautori e interpreti. La gara è aperta a tutti i generi musicali (info www.musicultura.it-musicultura@musicultura.it).
Riaperto infine il Caffè Letterario (via Solferino 27) con la mostra sui Nuba in collaborazione con l’associazione Amani; i nuba rappresentano uno degli ultimi miti dell’Africa e, tra loro, si distinguono oltre cinquanta gruppi etnici, ognuno con un nome particolare, lingua, cultura e tradizioni diverse, una gran varietà culturale all’interno di un gruppo umano che non raggiunge i due milioni di persone, che non ostacola il senso di una comune identità.