Cinema, a prezzi di saldo dopo il boom degli Oscar

Dal 5 marzo al 5 aprile i biglietti delle sale romane scendono a 3 e 5 euro dal lunedì al giovedì

Il cinema fa festa dalla A (di Admiral) alla W (di Warner Village). Spiderman 3 e Pirati dei Caraibi: ai confini del mondo creeranno file ai botteghini europei nel mese di maggio, rispettivamente il 4 e il 23; Ocean’s 13 di Steven Soderbergh, con la banda di belli formato cinemascope (George Clooney, Brad Pitt, Andy Garcia, Matt Damon e Al Pacino) uscirà in contemporanea con gli Stati Uniti l’8 giugno. Per Harry Potter e l’Ordine della Fenice, invece, il battesimo sarà mondiale: il 13 luglio, estate piena. Altro che cartelli con su scritto «chiuso per ferie». Per i cinema di casa nostra è già tempo di solleone, non c’è bisogno di aspettare la primavera o ferragosto. Parte infatti lunedì la terza edizione di «Cin cin cinema», iniziativa realizzata dall’Associazione nazionale esercenti cinema del Lazio in collaborazione con l’Anem - associazione degli esercenti multiplex - più il supporto dell’Anica, che per un mese indurrà in tentazione il pubblico digiuno di celluloide con biglietti a 3 euro (il pomeriggio) e 5 euro (la sera).
Dal 5 marzo al 5 aprile, dal lunedì al giovedì, nelle 55 sale aderenti sparse tra Roma e provincia - in totale 71 strutture e 284 schermi -, gli spettatori potranno assistere ai film a prezzi ridotti. Ogni quattro biglietti acquistati poi si avrà diritto a due tagliandi omaggio validi dal 10 al 24 aprile nelle sale del circuito Hollywood Movie Money. Proprio un bell’affare il cinema in saldo. Sull’abbattimento del ticket e sull’ampliamento del numero degli spettatori gli organizzatori della kermesse hanno vinto una battaglia importante che, per una volta, fa felici tutti: pubblico, esercenti, e distributori. L’anno scorso a Cin cin cinema, l’aumento di presenze in sala ha sfiorato quota 210mila ritoccando gli incassi di un + 3,9%, nonostante la riduzione dei prezzi. E i dati fanno ben sperare sulla formazione di nuovo pubblico, per non parlare del ripopolamento delle sale da parte delle famiglie allontanate, gioco forza, dal caro euro. La riduzione del prezzo biglietto favorirà i giovani? Speriamo. «C’è bisogno di promuovere il cinema in sala perché il grande schermo è il mezzo migliore per farlo» spiega il presidente dell’Anica Paolo Ferrari.
Si rafforza inoltre il filo rosso che dal 2006 lega l’iniziativa alla Festa del Cinema di Roma, prevista dal 18 al 27 ottobre, e che riguarda la formazione delle giurie del Concorso e di Alice nella città. Nei 30 giorni di Cin cin nelle sale affiliate verrà distribuita la tessera che consente di partecipare alla selezione dei giurati.