«Cinema ritrovato» chiude con Godard

Sarà Liberté et patrie di Jean Luc Godard, padre della Nouvelle Vague, a chiudere stasera le serate de «Il Cinema ritrovato», la kermesse cinematografica estiva promossa dalla Cineteca di Bologna. La proiezione si aggiunge al già previsto Moments choisis des Histoire(s) de Cinema, che già costituisce un’anteprima italiana del lavoro del regista. Il filmato, di circa 40 minuti, era stato realizzato per l’Esposizione nazionale svizzera del 2002 e racconta di un pittore cui viene commissionato un grande quadro per l’Esposizione nazionale svizzera. Un film-specchio in cui si riflette la biografia di Godard.