Cinese in ospedale dopo la rissa

Tornato a casa un po’ ammaccato, il giovane cinese è stato accompagnato dal padre al Buzzi per essere medicato delle botte prese, provocando così l’intervento della polizia. Agli agenti ha poi raccontato una complicatissima storia che forse nascondeva uno scontro programmato. La vittima, 15 anni, ha infatti spiegato di essere stato provocato da due italiani mentre si trovava con un amico marocchino in un kebab di largo Boccioni. Italiani che avrebbe poi ritrovato sul bus, questa volta in compagnia di un cugino, dove la provocazione è proseguita. Fino a quando «casualmente» lui ha trovato tre connazionali e gli italiani due amici ed è scoppiata la rissa, durante la quale lui ha avuto la peggio.