Cinesi gestivano casa d’appuntamenti

Casa d’appuntamenti gestita da cinesi scoperta dai carabinieri della compagnia Roma Trionfale, in un appartamento al Tiburtino. Era una donna a gestire la casa, sfruttando le prestazioni sessuali di una sua connazionale. A richiedere l’intervento dei carabinieri sono stati i condomini del palazzo, stanchi del continuo andirivieni a tutte le ore del giorno e della notte. I militari, dopo aver raccolto alcune testimonianze, hanno svolto servizi di osservazione e hanno così scoperto che una donna di 40 anni cinese organizzava il «lavoro» di una sua connazionale. Per un «incontro» di 30 minuti la tariffa era di 70 euro.