A Cinisello in arrivo l’acchiappazanzare

Sarà installato nel parco di villa Ghirlanda Silva

Silvia Villani

Per invogliare i cinisellesi a partecipare alla rassegna estiva del «Cinema nel Parco», l'amministrazione comunale agli amanti del grande schermo ha deciso di offrire un servizio aggiuntivo. Non pop corn e gelati ma una macchina «acchiappazanzare». Un innovativo apparecchio che permetterà ai cinefili di godersi la proiezione della pellicola senza dover continuamente sentire il fastidioso «zzz» degli insetti o doversi grattare le punture nell'inutile tentativo di lenire il fastidio. La macchina, che verrà posizionata all'interno dell'area nel parco di villa Ghirlanda Silva, viene così sperimentata nel milanese. Utilizzata già in aree più umide come il biellese e il novarese, «l'acchiappazanzare» si è dimostrata una valida soluzione alternativa a creme, unguenti e zampironi, spesso non totalmente efficaci. «Il funzionamento dell'apparecchio - spiegano dall'ufficio Ecologia - è semplice e si basa sull'anidride carbonica. Le zanzare e gli altri insetti fastidiosi sono attirati da questo composto. Al pari di ogni essere umano, la macchina, emette così una sorta di richiamo facendo sì che i moscerini si dirigano verso di lei per pungerla. In questo modo le zanzare verranno catturate dall'apparecchio». L'acchiappazanzare è alimentato a GPL e funziona anche con un pannello solare. Assolutamente silenzioso, l'innovativo sistema non è dannoso per le persone. Anche le associazioni a difesa degli animali non avranno di che preoccuparsi. La macchina rende inoffensivi solo gli insetti attirati dall'anidride carbonica come zanzare e moscerini. Farfalle, lucciole e api impollinatrici avranno la possibilità di continuare a volare indisturbate.