«Cinisello ignora New Orleans»

«New Orleans è sommersa dalle acque, il mondo si mobilita per prestare i soccorsi e l’amministrazione tace». Bastano poche parole, pronunciate dal capogruppo della Lega a Cinisello, Simone Boiocchi, per innescare la polemica. Annunciando la presentazione di un ordine del giorno a favore dei residenti di New Orleans con il quale si chiederà al Consiglio cinisellese e alla giunta di aprire una sottoscrizione in favore degli sfollati, devolvendo loro il gettone di presenza della prossima seduta del parlamentino. L’esponente del Carroccio attacca il sindaco di Rifondazione, Angelo Zaninello. «La giunta – spiega Boiocchi - non ha perso occasione di manifestare la propria solidarietà a personaggi vicini al centrosinistra rapiti in Irak, o quando ha deciso di regalare sette ciclomotori a Cuba. C’è forse differenza – si chiede il capogruppo - fra le popolazioni colpite da povertà e violenza e i cittadini statunitensi senza casa? Davanti a simili tragedie sarebbe il caso di deporre la bandiera di partito e darsi da fare». Considerando inspiegabile l’atteggiamento di Palazzo Confalonieri e dell’assessore alla pace e alle politiche internazionali di Cinisello, Rosa Riboldi, Boiocchi chiede che se dovesse essere accolto il suo ordine del giorno «si verifichi attentamente l’iter della raccolta fondi perché non succeda la stessa cosa accaduta per quella istituita per le vittime dello tsunami, fondi sulla destinazione dei quali a livello provinciale ancora oggi lo scontro è aperto».