Cinquant’anni di acuti

Il «Centro Culturale Lirico Sinfonico Teatro dell'Opera Giocosa» compie cinquant'anni e per l'anniversario raddoppia gli appuntamenti.
Si comincia questa sera alle 21.15 con la stagione al Priamar e la presenza in cartellone di due titoli operistici e di un concerto, ospitati nel contesto storico-ambientale del Piazzale del Maschio. Oggi, andrà in scena «La forza del destino» di Giuseppe Verdi. L’opera vede protagonisti giovani e bravi cantanti, tra cui Susanna Branchini, il tenore americano Keith Olsen, Silvio Zanon, Enrico Iori, Christian Starinieri e Tiziana Carraro. Il regista è Pier Francesco Maestrini, le scene sono di Alfredo Troisi, che utilizza anche suggestive proiezioni. L’Orchestra Filarmonica Veneta «Malipiero» è condotta dal direttore greco Lukas Karytinos, per la prima volta a Savona. In scena anche il coro del Teatro sociale di Rovigo e la compagnia di danza «Fabula saltica», coreografo Claudio Ronda.
La seconda opera, «L'elisir d'amore» andrà in scena al Priamar domenica 9, martedì 11 e giovedì 13 luglio. Chiude la parte estiva del 2006, sabato 15 luglio, un concerto dell' Orchestra Sinfonica di Sanremo, diretta da Marc Tardue, dedicato a Mozart.
In autunno la stagione tornerà al Teatro Chiabrera con diverse opere tra cui il «Werther» di Jules Massenet, capolavoro assoluto del melodramma francese, che manca dal palcoscenico savonese dal 1907, e la «Carmen» di Georges Bizet.
Prosegue anche il «Progetto scuole», iniziativa propedeutica e parallela alla stagione a cura di Maurizio Sguotti e Gustavo Malvezzi dedicata alle scuole medie inferiori e superiori. Il progetto coinvolge ormai da quasi 10 anni e con grande successo migliaia di studenti liguri, configurandosi come un'iniziativa importante a livello nazionale fra quelle dedicate ai giovani.