Cinque anni, nuda tra gli escrementi

Un dramma del degrado in cui ancora una volta la vittima è una bambina. A cinque anni viveva in mezzo agli escrementi di cinque cani, tre gatti ed una specie di piccolo ghepardo, una genetta, con i nonni materni e la madre, in un appartamento sulle alture di Sestri Ponente, a Genova.
La piccola è stata soccorsa dai poliziotti dell’ufficio minori della questura e dai carabinieri della stazione di Genova-Bolzaneto, intervenuti su incarico del Tribunale per i minori, ed è stata ricoverata all’istituto Giannina Gaslini per una grave infezione.
Secondo quanto spiegato, all’arrivo degli investigatori che hanno richiesto anche il supporto di un operatore dell’Ente protezione animali, la situazione igienica nell’alloggio era «agghiacciante» e la bimba si aggirava seminuda calpestando gli escrementi. Nell’esecuzione dell’allontanamento coatto disposto dal tribunale - spiegano in questura - sono state messe in atto tutte le precauzioni per evitare traumi alla piccola.
Nel corso dell’intervento, la madre della bimba ha minacciato più volte di lanciarsi da una finestra, ma è stata trattenuta da poliziotti e militari.
Resistenze sono state messe in atto anche dai nonni e da numerosi vicini, usciti sul pianerottolo con al guinzaglio cani di grossa taglia.
Adesso la piccola sarà trattenuta in ospedale finché i medici non avranno chiarito il suo stato di salute. Intanto verranno effettuati gli accertamenti per stabilire le responsabilità della situazione.