Cinque focacce al minuto per conquistare i golosi del «Salone del Gusto» a Torino

La focaccia di Recco assoluta protagonista al Lingotto dove si è svolto nel giorni scorsi il Salone del Gusto organizzato da Slow Food.
Sabato scorso in nove intensissime ore di lavoro il team recchese ha sfornato 5 focacce ogni minuto servendo 2.700 persone, una ogni 12 secondi. Numeri quasi da capogiro che dimostrano quanto la focaccia col formaggio di Recco sia in grado di attirare l’attenzione del pubblico.
Altissima la soddisfazione del Consorzio Focaccia di Recco che a Torino ha avuto moltissimi visitatori. Soddisfazione inoltre per l’importante opera di marketing territoriale: al Salone del Gusto per la prima volta ufficialmente la focaccia di Recco, grazie all’approvazione del disciplinare depositato per l’Igp e al lavoro di sinergia condotto con la Regione Liguria e la Camera di Commercio di Genova, è stata prodotta con crescenza ottenuta dalla lavorazione di latte ligure, in questo caso proveniente dalle valli genovesi. L’appuntamento torinese è stato un’importantissima opportunità per la valorizzazione della famosa focaccia ma anche un momento di promozione per tutto il territorio. Infatti la focaccia col formaggio, con la strada intrapresa per la richiesta dell’Igp e con il Consorzio che rappresenta tutta la zona di produzione del disciplinare (Recco, Sori, Camogli e Avegno)può diventare un importante biglietto da visita per la nostra regione. Il turismo gastronomico diventa così sempre più importante per la Liguria. Inoltre il «Ristorante Liguria» gestito dai ristoratori iscritti al marchio collettivo «Genova Gourmet» ha registrato tremila clienti. Successo anche nell’attigua enoteca gestita dall’Enoteca pubblica della Liguria di Castelnuovo Magra, dove si sono svolti laboratori sensoriali.