«Cinque giorni al porto» per la Cgil

Un filmato Rai di una delle opere di teatro-documento più famose del regista Luigi Squarzina, «Cinque giorni al porto», rievocazione dello sciopero del 1900 contro la chiusura della Camera del lavoro, verrà proiettato al Teatro Duse martedì prossimo, nell' ambito delle manifestazioni per il Centenario della Cgil.
«’Cinque giorni al porto’ andò in scena la sera del 30 marzo del 1969 alla Sala Chiamata del porto - ha ricordato il direttore del Teatro Stabile di Genova, Carlo Repetti - Squarzina e Chiesa dedicarono alcuni anni della loro storia al ’teatro documento’, che attraverso la ricerca di documenti originali desse una testimonianza della grande storia».
«Cinque giorni al porto» ricostruisce le cinque giornate di sciopero generale (19-23 dicembre 1900) in cui settemila lavoratori portuali e di altre categorie scesero in piazza per chiedere la riapertura della Camera del Lavoro.
La proiezione del video di 2 ore circa, in bianco e nero, martedì al Duse alle 17, sarà preceduta alle ore 15 da un dibattito al quale saranno presenti, tra gli altri, anche il sindaco Giuseppe Pericu e l'assessore comunale alla cultura Luca Borzani, e poi Luigi Squarzina e alcuni attori come Eros Pagni, Omero Antonutti, Camillo Milli e Antonello Pischedda.