Cinque gruppi italiani per il grande jazz

L’offerta di musica jazz a Milano, per «antica» tradizione, è sempre stata cospicua e nutrita di eventi e musicisti di grande spessore e qualità. Ulteriore conferma viene dalla rassegna «La Villa della Musica», che conclude la sua affollata stagione, incorniciata dalla splendida sede dell'Accademia Internazionale della Musica, a Villa Simonetta, via Stilicone 36, con cinque serate consecutive da oggi all’11 luglio.
Paolo Tomelleri inaugurerà oggi alle 21.30 la serie di appuntamenti con la Swing Band dei Civici Corsi di Jazz, presentando alcuni classici tratti dal repertorio di Duke Ellington, Benny Goodman e Count Basie. Domani toccherà a Giorgio Ubaldi, che spazierà con il suo coro dalla musica africana al jazz; Laura Conti ((9 luglio) rivisiterà con la sua classe di canto i brani tratti dallo sterminato repertorio di una delle artiste più rappresentative della vocalità afroamericana, Dinah Washington, nota al grande pubblico soprattutto come interprete rhythm’n blues; Tony Arco (10 luglio) dirigerà Time Percussion, una delle formazioni stabili dei Civici Corsi di Jazz che, composta da strumenti a percussione di diversa provenienza geografica, porterà i ritmi di origine africana e latina all'interno del linguaggio jazzistico. L'ultimo appuntamento (11 luglio) vedrà al pianoforte Mario Rusca, tra i più raffinati e dotati interpreti della scena italiana. Torinese di nascita ma milanese di adozione, Rusca , che ha collaborato con tantissimi «mostri sacri» del panorama jazzistico internazionale, sarà protagonista della serata intitolata «Da Monk a Bill Evans». Tutti gli spettacoli (ore 21.30) a ingresso libero. Info: 02-313334