Cinque maestri della batteria Ecco i mille colori del ritmo

Domenica sera il Blue Note di Milano straripava di gente - attenta ed interessata a differenza di altre volte dove la musica si confonde tra il vocio e il tintinnare dei piatti - per ascoltare La Drummeria. Ovvero un quintetto di illustri batteristi nostrani che hanno entusiasmato con un mix di scrupolosità tecnica, fantasia, virtuosismo, senso dello spettacolo (gag divertenti) raccontando le mille possibilità ritmiche, armoniche e melodiche della batteria. I cinque signori sono Ellade Bandini (61 anni) le cui bacchette sono state al servizio di Guccini e De André come di Lee Konitz e Phil Woods; Walter Calloni (nella foto), uno dei nostri batteristi più sperimentali; Christian Meyer (da Mina a Fresu nonchè membro di Elio & Le Storie Tese); Maxx Furian, allievo di Bandini e Calloni ma anche lui pluridecorato fantasista e Paolo Pellegatti, l’eclettico jazzmen del gruppo. Suonano in perfetta sincronia, alternano complesse poliritmie, si sfidano in coloriti assolo gustosi, «musicali» e lontani dalla tentazione della rullata a tutti i costi. Classe e divertimento.