Cinque mesi per uno specchio

Uno specchio sta movimentando la vita del Comune di Sant’Olcese. Massimiliano Tovo, capogruppo di Sant’Olcese al Centro - Udc in consigio comunale, ha infatti inoltrato una nuova interrogazione scritta al sindaco chiedendo delucidazioni in merito all’installazioe di uno specchio parabolico all’incrocio tra via Lorenzini e via Isola, nella frazione di Arvigo.
La richiesta arriva dopo la risposta del sindaco (30 agosto 2006) alla prima interrogazione di Tovo datata 28 luglio 2006, alla quale però non ha avuto seguito nessuna azione da parte dell’amministrazione.
«L’installazione di uno specchio parabolico a quest’incrocio è un atto dovuto a tutti quei cittadini che ne hanno sentito l’esigenza per tutelare la loro incolumità nell’attraversamento e nelle operazioni di manovra in auto - insiste Tovo -. Il sindaco credo debba dare risposte concrete che i cittadini ormai attendono da tempo da lui e da questa, troppe volte distratta, amministrazione. Non solo in merito a questa vicenda, il sindaco deve mettere in pratica gli impegni assunti, deve terminare il periodo delle promesse elettorali e della politica fatta di parole: è ora di vedere i fatti! Se questa amministrazione non è in grado di provvedere all’installazione di uno specchio parabolico, ne tragga le dirette conseguenze. I tempi ormai biblici per l’installazione di questo strumento di sicurezza sono di fatto insostenibili perché si riflettono sull’incolumità dei nostri cittadini. Richiamo quindi il sindaco ad un po’ di responsabilità che non si materializzi solo in periodi elettorali e che non tenga conto del fatto che queste proposte sono fatte dall’opposizione, e pertanto devono essere accantonate. La sicurezza non è né di destra né di sinistra, come il buon senso che però pare che in questi ultimi tempi scarseggi per lo meno da una parte».