Cinque ragazzi in Vespa si danno al Mongol Rally

Il mitico viaggio fino a Ulan Bataar, capitale della Mongolia, è un'iniziativa a scopo esclusivamente umanitario che partirà il prossimo 18 luglio da Milano, Londra e Madrid.

Caterina Lazzaretti, Umberto Marinello, Cristiano Marinello, Stefano Zermano e Andrea Sporzon sono "The Italian wheels", i cinque fantastici ragazzi che, per primi, affronteranno il Mongol Rally sulle due ruote.
Il mitico viaggio fino a Ulan Bataar, capitale della Mongolia, è un'iniziativa a scopo esclusivamente umanitario che partirà il prossimo 18 luglio da Milano, Londra e Madrid. Quest'anno, il team italiano ha deciso di dare il suo sostegno al progetto del CESVI "Il futuro del Tajikistan" che porterà alla costruzione di un pozzo in Khatlon.
Sedicimila chilometri in vespa saranno un'avventura lunga e impegnativa e questi cinque ragazzi avranno bisogno di tutto l'appoggio possibile. Il Gruppo Nolan, costruttore di caschi, ha quindi deciso di sostenerli fornendo loro i caschi necessari per rendere questo viaggio un po' più confortevole e sicuro.
I caschi utilizzati dai ragazzi saranno cinque N103, modello di riferimento tra i caschi integrali apribili e cinque N43Air il nuovissimo casco modulare di Nolan che, grazie alle sue molteplici configurazioni ben si adatterà alle loro diverse esigenze di clima e ambiente. Tutti i caschi saranno inoltre equipaggiati con il sistema di comunicazione N-Com Bluetooth che permetterà ai cinque ragazzi di parlare al cellulare e da moto a moto utilizzando le apposite radioline per la conversazione bike to bike.