Cinque regole auree per non sbagliare

SVILUPPARE UN NETWORK
REALE E VIRTUALE
Dalla portinaia al sindacalista all'agenzia di lavoro: non dimenticare che ciascun contatto può darci informazioni. Che vanno aggiunte alla lettura dei giornali e a internet.
COMPILARE UN CURRICULUM
PER OGNI RICERCA
Scrivere un cv univoco per ogni azienda contattata. Mai più di due pagine, in caratteri chiari, sempre con lettera di presentazione.
PREPARARE IL COLLOQUIO
Non basta la cura del look. Bisogna studiare, su giornali e riviste di settore: che azienda è, come va sul mercato, di che cosa ha bisogno. E nel colloquio giocarsi le informazioni.
NON DEMONIZZARE IL PRECARIATO
Se l'azienda ha bisogno di noi per uno stage o un contratto a tempo determinato, dare comunque il meglio. E sfruttare il periodo per non avere buchi nel curriculum.
CERCARE LAVORO È UN LAVORO
Bisogna accettare che costa fatica, investimento, risorse, attivazione costante e differenziata. E che, fuori da pericolosi equivoci e da ogni metafora, la fortuna conta.