Cinque Stati chiave a Obama, due a McCain

L'ultima rilevazione di Zogby lascia inviariato il distacco tra i due candidati: il senatore democratico sarebbe al 49%, il repubblicano al 44%. Già conquistati da Obama Virginia, North Carolina, Missouri, Ohio e Nevada, a McCain West Virginia e Indiana. Florida in bilico

Washington - A una settimana dal voto per la Casa Bianca il distacco resta invariato. Barack Obama mantiene cinque punti percentuali di vantaggio su John McCain: l'ultimo sondaggio Zogby vede infatti il candidato democratico attestato al 49% contro il 44% del rivale repubblicano. Obama, però, è in testa in cinque degli otto Stati chiave, mentre McCain è avanti in altri due e l’ottavo, la Florida, è in bilico.

Obama avanti Il senatore dell’Illinois è in vantaggio in Virginia, North Carolina, Missouri, Ohio e Nevada, anche se di stretta misura. L'eroe del Vietnam è nettamente avanti in West Virginia e Indiana, rispettivamente di 10 e 6 punti. Secondo un altro sondaggio, realizzato per conto del Washington Post e della Abc, Obama in Virginia è avanti di 8 punti, con il 52% dei consensi contro il 44% di McCain. Tra coloro che probabilmente voteranno alle presidenziali Usa del 4 novembre, i due terzi hanno un'opinione favorevole di Obama. Uno su due ce l’ha anche di McCain, ma mentre per quest’ultimo il giudizio negativo è pari al 45%, Obama non va oltre il 30%.

L'arringa finale Oggi Obama ha in programma un discorso in uno degli Stati chiave, l'Ohio, che i suoi collaboratori descrivono come una sorta di "arringa finale" in cui il senatore afroamericano tirerà le somme di due anni di campagna elettorale. A Canton il candidato democratico sottolineerà come "dopo 21 mesi e tre dibattiti" McCain non abbia ancora indicato "una sola cosa che farebbe di diverso da George W. Bush sull’economia".