Cinquecento spade incrociate

Oltre cinquecento schermidori (trentasei squadre maschili e ventitrè femminili) arriveranno sabato prossimo alla Sala Chiamata della Compagnia unica portuale per la quarantacinquesima Coppa Pompilio ed il diciannovesimo Trofeo Basile di spada, presentati ieri mattina dall’assessore comunale allo sport Paolo Striano.
«Lo sport fa crescere la nostra comunità - ha detto Striano - per questo cerchiamo di favorire le società che lo promuovono».
Per le gare, patrocinate dal Comune e Provincia di Genova, dalla Regione Liguria e dal Ministero per le politiche giovanili e le attività sportive e dal Coni, verranno allestite ventidue pedane che sono in arrivo da Roma.
«La Coppa Pompilio ha una lunga tradizione - ha detto il presidente del comitato regionale della Federazione italiana scherma, Giuseppe De Vena - La Pompilio è una gara di spada per squadre maschile, mentre la Basile è per squadre di spada femminile».
Alle gare, aperte gratuitamente al pubblico, parteciperanno anche squadre francesi e svizzere, la squadra dell’Aeronautica, quella dei carabinieri e l’Accademia di Torino.
In Liguria la scherma è praticata da un migliaio di atleti in quindici società sportive con un totale di circa 1500 iscritti alla Federazione nazionale. Un altro aspetto singolare è che stanno aumentando i praticanti anche tra i 50 e 60 anni.
«La scherma con un po’ di allenamento - ha detto De Vena - può essere fatta ad età non più giovane».