In cinquemila alla maratona di Milano E la gara diventa un «reality show»

Domenica fino alle 15 stop al traffico e mezzi deviati. Per gli atleti viaggi gratuiti sui tram

Antonio Ruzzo

Ci siamo. Domenica parte la quinta maratona di Milano e la città si prepara ad una bella mattinata di sport. L’augurio (necessario visto quello che è successo lo scorso anno) è che non ci siano tensioni tra chi corre e chi rimarrà «imbottigliato» in qualche incrocio anche se questa volta è stato fatto davvero molto per evitare «incomprensioni». La gara infatti ha cambiato percorso ed uscirà per un bel tratto dalla città toccando i comuni di Rozzano, Assago e Buccinasco. Quindi blocchi del traffico subito dopo la partenza (ore 9.20 da corso Venezia) sui tratti delle circonvallazione esterna fino a piazza Abbiategrasso e poi al rientro degli atleti su quella interna fino in piazza Duomo dove è fissato l’arrivo. I campioni sono attesi per mezzogiorno, l’ultimo concorrente dovrà invece terminare entro le 15.20. Va ricordato che nel periodo di svolgimento della gara per consentire il passaggio degli atleti subiranno variazioni di percorso ben 43 linee di superficie Atm. Comunque per evitare disagi e cattive sorprese l’azienda dei trasporti ha messo a disposizione dei milanesi il numero verde 800.80.81.81, operativo tutti i giorni dalle 7.30 alle 19.30 e il sito Internet www.atm-mi.it. Per gli atleti che devono raggiungere la zona del traguardo il «viaggio» è gratuito, basterà esibire il pettorale della gara.
Gli iscritti superano quota 5 mila. E per la competizione milanese si tratta di un record. Non solo. Quest’anno correranno anche gli atleti disabili e i più «piccini» nella «family walking», una gara di tre chilometri che partirà subito dopo la maratona da piazza Argentina e terminerà dopo soli tre chilometrio in piazza del Duomo.
Sarà una Milano City Marathon a ritmo di musica. Numerosi i gruppi che accompagneranno i maratoneti lungo tutto il percorso cercando di mitigar loro la fatica soprattutto negli ultimi chilometri: si va dalle bande musicali ai complessi rock, alla musica latina e brasiliana alle jam session jazzistiche.
Le altre novità di quest’anno riguardano la televisione. La diretta della Rai per la gara e un vero e proprio «reality» che sarà girato sulle strade milanesi e che avrà come protagonisti un uomo e una donna «normali» seguiti minuto per minuto dalle telecamere nella loro avventura sportiva. Anche quest’anno poi la Milano City Marathon potrà essere vissuta in diretta attraverso il web. Grazie alla collaborazione con sportincampo.it gli appassionati avranno la possibilità di seguire, chilometro dopo chilometro, l’andamento della gara. Infine i running day, cioè le sedute di allenamento e di preparazione alla gara che si sono svolte nel Parco di Trenno. Domani è previsto l’ultimo appuntamento proprio alla vigilia della Samsung Milano City Marathon. Linus e il campione olimpico Stefano Baldini saranno gli ospiti speciali di quest’ultima lezione in cui si parlerà di come affrontare la maratona: ritmi, sensazioni, come e quando bere. Al termine della chiacchierata tutti al parco a correre per l’ultima seduta di allenamento.
antonio.ruzzo@ilgiornale.it