La cintura di castità? È più attuale che mai

Marcello Viaggio

Cintura di castità vendesi. Eventualmente su misura. Chi pensava che lo strumento caro alla letteratura erotica di Boccaccio e del marchese De Sade fosse confinato solo nei musei rimarrà di sasso. Ma è pura realtà. Il medioevo, ricco di aggeggi strani e ingegnosi, è ancora qui e oggi. A Roma uno scultore, Angelo Camerino, 70 anni e passa, casa e studio alla Romanina, ne ha fabbricate e vendute a decine in questi ultimi anni. A questo - diciamo - hobby, si è dedicato nel tempo libero dagli impegni artistici. Ordini in particolare ne ha ricevuti dall’Olanda e dagli States. Ma soprattutto dall’Arabia Saudita e dagli Emirati arabi, dove pare sono andate a ruba. In lamiera d’acciaio, foderate di cuoio e raso all’interno per evitare fastidi e pruriti, robusto lucchetto a prova di scassinatori sul davanti, da indossare tranquillamente sotto i jeans o la gonna, Camerino, in attesa di nuovi ordini, ne ha da parte un paio. Le tiene tutte lucidate, in bella vista nello studio. Hai visto mai che qualche moderno guerriero dovesse andare a fare per sei mesi il mercenario o il body-guard in paesi lontani? (...)