Cioccolata e make-up: tutte le novità delle cure termali per una "dolce" Pasqua

«Cioccowellness» alle Terme della Salvarola (Modena) e artista del trucco personalizzato alle toscane Terme di Saturnia. Ed esce anche un libro-guida per queste cure antiche ed oggi di gran moda: «Medicina termale) di Umberto Solimene e Gianluca Bruttomesso.

Nella società dell'edonismo e del benessere le terme trovano uno spazio sempre più vasto.
Oggi quella termale rientra tra le cosiddette medicine complementari o naturali, ma il ruolo terapeutico delle acque è pienamente riconosciuto a livello scientifico. Infatti, sono stati istituiti dipartimenti universitari e scuole postlaurea dedicati proprio all'utilizzo terapeutico delle terme.
É recentemente stato pubblicato anche un libro, «Medicina termale. Il moderno approccio scientifico a una forma di cura molto antica», scritto da Umberto Solimene, direttore di Terapia medica e Medicina termale e del Centro di ricerche in bioclimatologia medica, biotecnologie, medicine naturali e talassoterapia dell'Università di Milano e da Gianluca Bruttomesso, giornalista e scrittore, addetto stampa della Federazione mondiale del termalismo e della climatoterapia.
Il testo mette a disposizione anche dei lettori meno esperti gli strumenti necessari per compiere una scelta più consapevole in base alle proprie esigenze, senza tralasciare indicazioni pratiche ed eventuali controindicazioni di ciascun trattamento. É un tour nella vasta gamma di opportunità che presenta la medicina termale, dal trattamento in grotta alla fangoterapia, dalla balneoterapia all'idropinoterapia, attraverso una dettagliata spiegazione delle diverse tipologie di cura.
Il libro risponde, insommma, ad alcune domande fondamentali: Come curarsi e seguire terapie preventive negli stabilimenti termali? Quali sono i meccanismi d'azione di queste terapie?
I benefici di queste cure, come si sa, li conoscevano bene nel passato gli antichi romani. Sono stati loro a ideare gli spazi con temperature apposite, quasi un percorso purificatore, dal frigidarium, al tepidarium, al calidarium.
Ci sono diverse patologie (respiratorie, dermatologiche, dell'apparato osteoarticolare, digerente, urinario), per le quali sono consigliate le cure termali. Fanno bene inoltre per attività di riabilitazione, ma attraggono un pubblico crescente anche solo per trattamenti estetici.
Il boom di questi ultimi caratterizza i nostri anni e ogni centro termale d'eccellenza è sempre alla rincorsa di nuove curiosità per offrire ai clienti soggiorni più nuovi e completi .
L'ultima trovata è la «Cioccowellness», lanciata dalle Terme della Salvarola, per offrire una Pasqua «dolce». Sulle colline di Modena, è il motto, «il peccato di gola si consuma... sulla pelle».
Le virtù del cacao sono alla base di questi trattamenti. Già conosciuto e utilizzato per i suoi benefici componenti, il dolce prodotto garantisce un'epidermide liscia, elastica, purificata e studi scientifici certificano che aiuta a migliorare l'umore e a combattere l'ipertensione, sia energetico e faccia bene anche per calmare la tosse. Insomma, un'autentica panacea di molti mali.
Così, alle Terme della Salvarola propongono massaggi « aromo-chocolat», a base di coccole con un tiepido fluido di cioccolata ed oli aromatici inebrianti; massaggi «harmony», con pregiati oli speziati per un rilassamento totale; massaggi «cioccolat» con fagottini di polveri di erbe e cacao, dall'azione energizzante; massaggi «golosi» alla crema di cioccolata e phyto-oli naturali, tonificanti ed energizzanti.
Per il Carnevale appena finito anche le Terme di Saturnia hanno sperimentato un'offerta speciale che forse si ripeterà anche a Pasqua.
Il lussuoso centro dotato anche di campi di golf ha ospitato nell'«Atelier Aldo Coppola by Terme di Saturnia» una make-up artist di MAC Cosmetics, una delle aziende più autorevoli nella cosmesi, offrendo la possibilità di sedute per il trucco personalizzato abbinate a trattamenti di pulizia e preparazione della pelle, con maschera al fango di Saturnia e base finale di prodotto della linea Ultra. Accanto alla make-up artist, un'estetista per esaminare lo stato della pelle prima del trattamento e contrinuire alla scelta dei prodotti di maquillage.