La Ciociaria insorge: "Quello spot è offensivo". E McDonald's si scusa

La società americana numero uno dei fast food: corre ai ripari dopo le proteste della comunità del Frusinate: «Spiaciuti che la pubblicità del panino ciociaro abbia offeso la sensibilità degli abitanti. Non volevamo rappresentare uno stereotipo ma essere simpatici e cordiali»

«Quelo spot sul panino ciociaro è offensivo». E McDonald's si scusa. La guerra tra Usa e Frusinate è nata per un panino: «il ciociaro», appunto, una focaccia al rosmarino con cotoletta di pollo e formaggio al bacon. Reclamizzato con una voce femminile con fortissimo accento ciociaro. «Ma quel panino non ha nulla a che vedere con la nostra tradizione gastronomica, chi ha girato lo spot non sa neanche cosa sia la Ciociaria», è stata la reazione dei cittadini. Anche i politici locali sono insorti: «Quella raffigurazione è del tutto estranea alla nostra realtà, anzi è addirittura offensiva».
Una bufera che ha costretto McDonald's Italia a una repentina lettera di scuse: «Siamo molto dispiaciuta che quella campagna pubblicitaria abbia urtato la sensibilità di qualcuno. Se è così, se qualcuno si è sentito offeso ci scusiamo». Quel messaggio, dice la multinazionale del fast food, voleva essere simpatico e cordiale «e non certo di rappresentare uno stereotipo. McDonald's è dispiaciuta per questo fraintendimento perchè è da sempre attenta a rispettare le peculiarità del territorio italiano. Per questo siamo pronti a raccogliere l'invito, che ci è già giunto dal territorio, di ritrovare nel frusinate proprio lo spunto per nuove ricette all'insegna del gusto e del rispetto delle tradizioni locali».