Cipressi e canne al vento per due Nobel a Sanremo

Cipressi e canne al vento, Carducci e Deledda, Gravina e Siravo. Sono gli ingredienti del recital che si svolgerà venerdì al Teatro del Casinò di Sanremo, appuntamento che, dopo la mostra inaugurata il 14 dicembre a villa Nobel, vuole essere l’omaggio della Provincia di Imperia ai due premi Nobel italiani per la letteratura Giosuè Carducci e Grazia Deledda. Due grandi interpreti, Vanessa Gravina e Edoardo Siravo, rievocheranno attraverso lettere, diari, romanzi e liriche, raccolti da Alma Daddario, la fragile e forte figura della Deledda e quella appassionata e impegnata di Carducci.
Cipressi e canne al vento, due premi Nobel, due vite forti e poetiche trascorse su due terre diversissime che si guardano divise dal mare. Due terre difficili e aspre: la Maremma e la Barbagia. La Maremma quasi madre che ritorna in tante liriche del poeta, con la nostalgia per l’infanzia perduta, la relatività del successo, il desiderio di ritirarsi dalla mondanità. La Sardegna, luogo aspro di passioni silenziose e fortissime, scenario costante dei romanzi della scrittrice. E poi gli amori travolgenti di Carducci, quelli sofferti della Deledda.Infine l’impegbno civile del maremmano, cantore della Nazione, della sua storia e dei suoi grandi uomini.
Musiche da Verdi e Mascagni, trascritte al pianoforte da Piero Trofa, accompagneranno le due vicende artistiche e le due epoche storiche. La regia è di Paolo Castagna.