«Circoli della Libertà» crescono Grande attesa per la convention

Cresce l’attesa per la Convention nazionale del 6 ottobre a Roma dei Circoli della Libertà. Sono previsti pullman da ogni parte d’Italia. Sul palco della Nuova Fiera di Roma ci saranno solo Michela Vittoria Brambilla e Silvio Berlusconi, ma tanto basta a riempire per intero ogni ordine di file. Teatro della manifestazione il Padiglione 8 del nuovo quartiere fieristico Fiera di Roma, situato sull’asse Roma-Fiumicino, a due passi dal Raccordo. La capienza ufficiale del caveau è di 8mila persone, stringendosi può arrivare a 10mila. Sui particolari poco o nulla trapela dagli organizzatori. Solo che Silvio Berlusconi parlerà intorno alle 18. Sulla partecipazione da Roma e sulla reale consistenza dei Circoli della Libertà nella capitale poniamo qualche domanda a Michela Terribile, coordinatrice nel Lazio e responsabile della sede romana dell’associazione.
Quanti sono i Circoli della Libertà oggi?
«In Italia abbiamo superato di molto quota 5mila, dovremmo essere vicini ai 6mila, il numero cresce a vista d’occhio. Per Roma città in questo momento non posso dare dati numerici. Abbiamo montagne di documentazione che viene dai circoli appena costituiti, ma abbiamo sospeso tutte le operazioni di adesione perché siamo interamente concentrati sull’organizzazione della convention alla Fiera di Roma».
Quali strutture pensate di darvi a Roma sul piano concreto?
«La prima esigenza è arrivare a un’organizzazione sul territorio. I circoli sono nati e cresciuti finora in maniera assolutamente spontanea. Per non disperdere queste preziose energie che si sono create, è ovvio che prima o poi arriveremo a un coordinamento, ma questo attualmente ancora non c’è».
E la Tv della Libertà? Come vanno le cose negli studi di via Gregorio VII?
«La Tv della Libertà è un po’ il megafono dei circoli, uno strumento a disposizione non solo loro ma anche di tutti i cittadini. Fatto dai cittadini per i cittadini. E le cose stanno andando molto al di sopra delle nostre aspettative. Il call center romano di via Gregorio VII riceve 3mila telefonate al giorno durante le 4 ore di trasmissione in diretta».