Cirio: Cragnotti, Fiorani, Geronzi e altri 33 a giudizio

Il gup di Roma manda alla sbarra l'ex patron dell'azienda fallita insieme al banchiere romano e ad altri 33 imputati. Prosciolto, invece, il San Paolo Imi. Processo dal 14 marzo. Ecco i capi d'accusa: bancarotta e truffa. <strong><a href="/a.pic1?ID=208710" target="_blank">Le tappe di un crac</a></strong>

Roma - Il gup del tribunale di Roma ha rinviato a giudizio per il crac della Cirio Sergio Cragnotti, Cesare Geronzi, GianPiero Fiorani e altre 32 persone coinvolte nel fallimento dell'azienda. Prosciolto invece l'istituto di credito Sanpaolo di Torino. Oltre a Geronzi, Cragnotti e Fiorani sono stati rinviati a giudizio altri 32 imputati per il crac Cirio. Prosciolti invece dalle accuse, nove imputati tra cui gli ex dirigenti del San Paolo Imi, Rainer Masera, Massimo Mattera e Luigi Maranzana. Assolto l’unico imputato che aveva fatto ricorso al rito abbreviato, Antonio Petrucci ex componente del collegio sindacale di Cirio holding. Il processo comincerà il 14 marzo prossimo davanti alla prima sezione penale del tribunale. Rinviati a giudizio anche i familiari di Cragnotti, i figli Andrea, Elisabetta e Massimo, il genero Filippo Fucile, e la moglie Flora Pizzichemi.

Processati per bancarotta e truffa I reati per cui saranno processati i 34 imputati, più la società di revisione dei conti Deloitte e Touche, sono bancarotta per distrazione, documentale e preferenziale, nonchè truffa.

I prosciolti Oltre agli ex dirigenti del San Paolo Imi e a Petrucci, sono stati prosciolti ex componenti della Cirio spa: Vittorio Bottazzi, Riccardo Ferrero, Roberto Michetti, Giuseppe Vitali, Raffaele Riva e Rossano Vittorio Ruggeri.

I rinviati a giudizio Oltre a Cragnotti, ex patron della Cirio, e ai componenti della sua famiglia, all’ex banchiere Fiorani e a Cesare Geronzi, presidente di Capitalia, subiranno il processo anche Emma Benedetti (Sagrit, Cirio Holding ed Eurolat), Riccardo Riccardi Bianchini (Sagrit, Cirio ed Eurolat) Ernesto Chiaccherini (Cirio spa) Tomaso Farini (Cirio), Livio Ferruzzi (Cirio), Alfredo Gaetani (Cirio ed Eurolat), Paolo Micolini (Cirio e Cirio Del Monte), Pinto Pontes (Cirio), Ettore Quadrani (Sagrit, Cirio e Bombril), Vittorio Romano (Cirio Sagrit e Bombril), Grazia Scartaccini (Cirio e poi Bombril), Lucio Velo (Cirio e poi Bombril), Francesco Scornajenchi (Sagrit, Cirio, SS Lazio e Eurolat), Gianluca Marini (Sagrit e SS Lazio), Annunziato Scordo (Sagrit), Francesco Matrone (Cirio), Francesco Sommaruga (Cirio), Angelo Fanti (ex Banca di Roma), Pietro Celestino Locati (ex vicedirettore generale della Banca di Roma), Remo Martinelli (ex condirettore area crediti Banca di Roma), Michele Casella (Banca di Roma), Antonio Nottola (ex cda Banca di Roma), Angelo Brizi (Banca di Roma), Alberto Giovannini (ex linea finanza Banca di Roma), Giovanni Benevento (ex presidente Bpl), Ambrogio Sfondrini (Cirio e poi ex condirettore Bpl), Sebastiano Baudo (ex Ex Deloitte e Touche).