Citigroup licenzia due manager

da Milano

Il vento della crisi dei mutui subprime soffia anche ai piani alti del grattacielo Citigroup, nel cuore di Manhattan, e sfiora pure il numero uno del gruppo, Charles Prince. La prima banca al mondo per asset annuncia l’uscita immediata del responsabile delle attività di trading, Thomas Maheras, e di Randy Baker, top manager del reddito fisso, come conseguenza dell’accumulo da parte dell’istituto di circa 6 miliardi di dollari di perdite e oneri legati alle sofferenze bancarie, a cominciare dal settore dei prestiti immobiliari ad alto rischio. Al loro posto arriva Vikram Pandit, ex Morgan Stanley, entrato in Citigroup a inizio anno dopo aver ceduto alla stessa banca il suo hedge fund per 800 milioni di dollari. Un defenestramento di Prince è improbabile dopo che il primo investitore individuale di Citigroup con il 5%, il principe saudita Alwaleed, ha ribadito la propria fiducia al top banker. Su Prince, tuttavia, aumenta la pressione degli investitori.