Una citofonata al Ciak per Cirilli

Viviana Persiani

Stasera, al Teatro delle Erbe, debutta Il bello addormentato nel bosco, con G. Fantoni, che analizza il rapporto tra Uomo e Donna.
Da domani, il palcoscenico del Teatro dell'Elfo sarà consacrato alla scrittura e alla regia di César Brie con Otra vez Marcelo, interpretato dallo stesso Brie affiancato da Mia Fabbri; domenica, secondo appuntamento della personale di Brie con Fragile.
Martedì, al Teatro Nazionale, la compagnia di tango argentino Tango x 2 darà vita a La Historia.
Andrée Ruth Shammah firma la messinscena de L’amante di Harold Pinter, dal 21 al Teatro Parenti.
Martedì, al Crt - Teatro dell’Arte, il Teatro Stabile di Calabria diretto da Geppy Gleijeses presenta Emigranti di Slawomir Mrozek.
Ultimo appuntamento della rassegna «Nuove espressioni» in scena al Teatro alle Colonne dove domani Emanuele Arrigazzi, sul testo di Tiziano Scarpa, darà forma a Groppo d’amore nella scuraglia.
Al Ciak, martedì, Gabriele Cirilli con Citofonare Cirilli via Pavia 98, diretto da Daniele Sala, presenterà il suo nuovo spettacolo ambientato nella notte di San Lorenzo di un’estate di un anno qualunque.
Glauco Mauri, autore dell’adattamento e della riduzione teatrale, nonché regista di Delitto e castigo di Fedor M. Dostoevskij, sarà da domani, al Teatro Carcano, vestendo anche i panni del protagonista del dramma, al fianco di Roberto Sturno.
Alla Scatola magica del Teatro Strehler martedì debutta L’ombra di Pollicino, uno spettacolo d'ombre tutto da giocare.
Dark Rooms in Momiji-ya style è la performance artistica in scena mercoledì all’Atelier Spazio Xpò dove modelle, impegnate a sfilare con modelli originali di kimono e di costumi samurai, si trasformano in protagoniste di una pièce teatrale.
Anche questa settimana, il 22, al Pim Spazio Scenico, Favelas, il collettivo artistico dei Pali e Dispari, sarà protagonista di un nuovo spettacolo all’insegna della comicità off e sperimentale.
Dal 23, al Greco, prima di Ritagli di carta, testo e regia di Elisabetta Vicenzi.
Giovedì debutta al Teatro della Memoria, il nuovo allestimento di Mari Mattia Giorgetti di Lui, lei e io n’esco.
Al Teatro Officina, per la regia di Massimo De Vita, i volti degli Ospiti della Casa della carità si stagliano semplici e netti nello spettacolo Voci dai quartieri del mondo. El nost Milan.
Torna, da giovedì, sulla scena del Teatro Litta, Casa di bambola di Henrik Ibsen per la regia di Antonio Syxty.
Nell’ambito del progetto Assolo, alla Scuola Paolo Grassi, il giorno 23, Carmen Giordano firmerà la messinscena di Tutto a 1 euro di Francesco Ghiaccio, seguito da Mi cercarono l'anima a forza di botte. La Chiesa e Domenico Scandella (1583-1599) di Tommaso Pitta; venerdì sarà di scena Groppi d’amore nella scuraglia mentre sabato toccherà a All’asta di Renato Gabrielli, firmato da Carlotta Origoni, per continuare la serata con la messinscena, diretta da Alessandro Preti, de Il Natale di Harry, di Steven Berkoff.