Citroën C-Zero dà la scossa alla Polizia urbana di Roma

Roma«Se vogliamo realmente promuovere la mobilità elettrica in Italia, gli enti pubblici devono dare per primi il buon esempio, dotandosi di veicoli a emissioni zero per le proprie flotte, vetture come le 14 C Zero che il Comune di Roma ha acquistato da Citroën Italia». L’assessore all’Ambiente della Capitale, Marco Visconti, ha introdotto così la conferenza stampa di presentazione dell’evento, tenuta sulla piazza del Campidoglio, con le piccole francesi schierate sullo storico reticolo michelangiolesco. «Roma sceglie sostenibile», è il motto cui l’amministrazione si ispira per il Paes, Piano d’azioni per l’energia sostenibile che nella mobilità elettrica ha un punto fermo. Dieci delle nuove C-Zero saranno utilizzate dalla Polizia municipale per svolgere il loro servizio nelle zone più interne del centro storico, mentre le altre quattro saranno a disposizione dell’Osservatorio per i cambiamenti climatici del Dipartimento dell’ambiente.
La scelta sostenibile del Campidoglio non si ferma alle vetture, perché queste saranno ricaricate attraverso stazioni che sfruttano energia prodotta con impianti fotovoltaici a emissioni zero. Quaranta di queste «colonnine», ovviamente aperte anche al pubblico in vista di una futura, per ora molto timida, diffusione delle auto elettriche, sono già state installate dalla partnership tra Comune, Acea ed Enel, altre 60 entreranno in funzione entro l’anno e 200 ulteriori stazioni a partire dal 2012. Citroën C-Zero, grazie alle dimensioni compatte (3,47 metri di lunghezza e 1,47 di larghezza), è perfetta per muoversi nelle antiche strade della Cpitale, ma è allo stesso tempo una vettura abitabile per quattro adulti che conserva un vano bagagli da 166 litri. L’autonomia di 150 chilometri è più che sufficienti per essere un affidabile partner quotidiano dei vigili romani.