Citroën, ora Picasso sale anche sulla C3 Gran raduno a Roma

da Milano

Citroën si rafforza nel settore delle monovolume compatte, area in cui è leader con una quota del 23% del mercato europeo. Nei primi sei mesi di quest’anno le vendite mondiali di Citroën hanno raggiunto le 765mila unità, di cui 572mila in Europa, dove la casa francese mantiene una quota complessiva del 6,5 per cento.
Nell’area delle monovolume sta per essere lanciata la nuova C3 Picasso che verrà presentata al prossimo Salone di Parigi: sarà commercializzata a partire dall’inizio del prossimo anno.
La nuova C3 Picasso si presenta con forme arrotondate, ha un design innovativo. Il benessere degli utilizzatori è al primo posto: offre a ogni passeggero una elevata abitabilità. Si caratterizza per la semplicità di utilizzo, grazie alla sua modularità facile e intuitiva: i sedili posteriori sono reclinabili a scomparsa grazie ai comandi di ribaltamento posti proprio nella parte superiore dello stesso schienale.
Novità anche per la C4, che sarà presentata in anteprima mondiale il 26 agosto al Salone di Mosca. Le vendite di questo modello hanno raggiunto le 900mila unità. Il restyling riguarda soprattutto il frontale. C4 introduce nuove motorizzazioni a benzina sviluppate in collaborazione con Bmw: 1.6 con 16 valvole e 120 cavalli e 1.6 turbo con 130 cv. La nuova C5 Tourer , lanciata in Italia il 24 maggio, sta invece registrando un ottimo andamento: nel primo mese di commercializzazione ha già ottenuto oltre 1.100 ordini, pari al 33% dell’obiettivo 2008, che in Italia è di 4.500 unità. Gli automobilisti italiani (oltre il 62%) hanno dimostrato di apprezzare soprattutto gli allestimenti più ricchi. La domanda di quest’auto con motorizzazione diesel Hdi rappresenta il 90% del totale.
A livello europeo gli ordini acquisiti hanno superato il tetto delle 30mila unità, con una particolare concentrazione in Francia, Spagna e Germania. L’obbiettivo di vendita mondiale per il 2008 è di 85mila unità (150mila ad anno pieno). Le auto Citroën hanno un particolare rispetto per l’ambiente: una su quattro emette meno di 120 grammi di anidride carbonica per chilometro e una su due meno di 140.
In Italia, il 30 giugno, Citroën, presente nel nostro Paese dal 1921, ha realizzato il record storico delle consegne di proprie auto in un solo giorno: 1.622. Un risultato positivo considerando soprattutto le difficoltà del mercato.
Da sempre Citroën è legata al suo passato, fatto di innovazione e di tecnologia avanzata. Il 15,16 e 17 agosto a Roma, nel circuito Piero Taruffi di Vallelunga, sfileranno le vetture del Double Chevron prodotte dal 1920. È la quattordicesima edizione del raduno internazionale Citroën. Sono attese oltre 4.500 vetture storiche. Sarà allestito, nell’occasione, anche un museo dedicato alla storia della marca. Tra le auto esposte la C6 Lictoria, costruita nel 1930 per Papa Pio XI. Ampio spazio al contributo del disegnatore varesino Flaminio Bertoni che per trent'anni è stato a Parigi responsabile del Centro stile e ha realizzato alcuni dei più noti esemplari: dalla Traction Avant, alla Due Cavalli, alla Ds 19, realizzata a partire dal 1959, fino alla Ds 21 del 1968, ultima creazione di Bertoni. Sarà possibile ammirare anche una Sm Presidentielle portata da un collezionista di Neuchatel.