Città blindata con metal detector e unità cinofile

Metal detector portatili e unità cinofile anti esplosivi dentro il Teatro Ariston; uffici mobili e reparti speciali in città, con pattuglie in divisa e in borghese: questo, in sintesi, il piano di controllo del territorio per il Festival di Sanremo approntato in Questura a Imperia, nel corso di un vertice interforze presieduto dal questore Giovanni Sarlo.
Come ogni anno, polizia, carabinieri e guardia di finanza, sono infatti chiamati a garantire il tranquillo svolgimento della manifestazione attraverso un potenziamento dei controlli che con una presenza ampia ma discreta degli agenti possa offrire il più ampio livello di sicurezza. Al momento vengono escluse allerte particolari.
«Dobbiamo, comunque essere pronti - ha sottolineato il questore Sarlo - ad affrontare ogni situazione critica, a prescindere da allarmi che peraltro in questo momento non ci sono. Durante questo comitato tecnico abbiamo discusso i servizi di comune accordo con tutte le forze di polizia presenti sul territorio».
Attualmente sono in servizio alcune pattuglie auto-montate del Reparto Prevenzione Crimine di Genova. Altre, al momento impegnate a Torino per le Olimpiadi, stanno giungendo in questi giorni e per l’apertura della rassegna le forze saranno al gran completo.