Una città decadente e criminale

Il giorno dello sciacallo («The day of the Jackal») (Gbr, Fra 1973) di Fred Zinnemann con Edward Fox, Cyril Cusack - 133"
TDal romanzo di Frederick Forsyth: «Lo sciacallo», nome in codice di un glaciale killer britannico (un raffinato E. Fox), viene incaricato dal movimento clandestino di destra Oas di assassinare De Gaulle. Ma... Genova cosa c'entra in tutto ciò? C'entra, c'entra... Il cartello ferroviario della stazione Principe, con in sottofondo «Nel blu dipinto di blu» cantata da una voce sconosciuta sposta infatti l'ambientazione de «Il giorno dello sciacallo» dalla Francia all'Italia. Curioso: la «Superba» come «dispensa» della criminalità. È una città evanescente, di sponda e passaggio, quella che fa capolino in un film coinvolgente e preciso ma carente di personalità, freddo come il suo protagonista. Si vede la Sopraelevata, inaugurata nel 1964, in un film ambientato... prima. Piazza Cavour, Via S. Luca, il mercato di Prè, il (presunto) Monte Moro, filmate nel 1973 appaiono e scompaiono altrettanto fugacemente. Disponibile in Dvd e Vhs - ev. noleggiabile o reperibile nei banchi dell'usato.