La città dell’Expo: ecco le ramblas di corso Sempione

Una zona pedonale con il cavallo di Leonardo e arazzi del Bramantino

Novanta metri di larghezza, trentatré in più degli Champs Elysées. Eppure, quelli di Parigi sono un simbolo nel mondo, ora tocca a Milano trasformare corso Sempione in luogo-immagine dell’Expo. A raccogliere la sfida è pronto il celebre architetto portoghese Alvaro Siza che ieri ha portato in Comune un progetto per creare tra piazza Firenze e l’Arco della Pace un «asse» della cultura di Milano. Strada pedonale da via Domodossola e Melzi d’Eril (auto solo nei controviali), una «rambla» con il Cavallo di Leonardo e spazi dedicati all’Expo e ai prodotti tipici. In piazza Firenze, invece, un museo fatto di quattro padiglioni con gli Arazzi Trivulzio del Bramantino.