Una città per giocare: domani bimbi protagonisti

Per il secondo anno una giornata intera dedicata allo svago Appuntamenti in tutti i municipi

Domani saranno i bambini i veri protagonisti. È dedicato soprattutto a loro, infatti, «Il Giorno del gioco», consacrato come fa intuire il nome al divertimento e allo svago. Proposto dal Consiglio dei bambini di Roma e promossa dall’assessorato alle Politiche di promozione della famiglia e dell’infanzia, il «Giorno del Gioco», giunto alla seconda edizione, sarà un momento speciale nel quale le piazze, le strade e i quartieri della capitale saranno le cornici di ricreazione e diletto, non solo per i bambini, ma anche per tutte le persone che li accompagnano nel loro processo di crescita: dai genitori, ai nonni, fino agli insegnanti. Il gioco è visto come un momento di divertimento, ma anche come un momento di aggregazione importante, dove i piccoli imparano a stare insieme, nel rispetto delle regole e della convivenza.
Piacevole compito della giornata del gioco è restituire gli spazi della città, sempre pieni di traffico e confusione, ai piccoli cittadini, che riscopriranno così il piacere di correre, giocare e saltare liberamente. Gli appuntamenti (il programma completo è scaricabile su www.ilgiornodelgioco.it) inizieranno la mattina alle 9 e saranno svariati. Ogni municipio metterà a disposizione dei più piccoli due o più piazze, dove animatori, clown e maghi del gioco regaleranno risate ed intratterranno i bimbi. Sarà la Terrazza del Pincio il luogo centrale dell’evento, dove verranno allestiti un palco, un villaggio del gioco e i cosiddetti «Ludobus», dei mezzi mobili attrezzati con palle, corde e tanti altri giochi, che raggiungeranno tutte le piazze interessate. Un appuntamento da non perdere è il «Gran gioco dell’Uda», un passatempo che insegna ai bimbi ad amare gli animali e a diventare dei bravi «addestratori» di cani e gatti. Su un mega-tabellone 21 caselle descriveranno azioni giuste e sbagliate. I giocatori, da due a sei persone, verranno premiati o penalizzati. Il vincitore sarà il conduttore ideale di un cane o un gatto. Inoltre le piazze saranno teatro di attività circensi, di spettacoli coi burattini, di giochi sportivi o di intelligenza come gli scacchi. Una sfida da non lasciarsi scappare è la Caccia al Tesoro, ospitata sempre da tutte le piazze in gioco, che regalerà tante sorprese ai giovani partecipanti.
Un altro appuntamento esilarante sarà quello che la protezione civile presenterà presso i Fori Imperiali. I partecipanti apprenderanno, giocando, le norme basilari del primo soccorso e dell’assistenza in situazioni di pericolo. Il laboratorio ha l’obiettivo di vedere il gioco, non solo come momento di svago, ma anche come strumento di crescita del senso civico. Il «Giorno del Gioco» è anche e soprattutto solidarietà e promuove il progetto Burkina 2007, con l’intento di raccogliere fondi per aiutare il Burkina Faso, uno dei Paesi più poveri dell’Africa. Attraverso il gioco, si deve imparare ad aiutare le persone che vivono in situazione di disagio ed emergenza. E questo è di sicuro l’insegnamento più prezioso e importante che i bambini devono recepire nella giornata di mercoledì.