Città sporca Il Comune s’accorge del decoro

Il Comune di Genova si adegua all’ondata di provvedimenti emessi un po’ in tutti i Comuni italiani a tutela del decoro. Dopo le regole del Galateo, varato mesi fa sulla carta ma di cui, fino ad oggi, non si sono visti molti effetti, adesso arriva l’ordinanza che prevede sanzioni salate per chi non ha rispetto dei luoghi di pregio della città. Così a chi verrà sorpreso a fare pipì nel centro storico usando i palazzi del Rolli e le zone circostanti come vespasiani si vedrà comminare una sanzione che va dai 25 ai 500 euro. Basta anche ai bivacchi al Carlo Felice (dove ieri a mezzogiorno c’erano ancora i giacigli (...)