«Un cittadino su sei è straniero»

«Nel mese di marzo i cittadini stranieri denunciati e arrestati dalla Polizia Municipale hanno superato gli italiani. Sono infatti complessivamente 226, di cui 188 extracomunitari e 38 comunitari, i segnalati all’autorità giudiziaria, a fronte di 159 italiani». Sono i numeri dell’allarme. A comunicarli, il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.
«I dati della Polizia Municipale - spiega - sono inequivocabili. E certificano che la maggioranza dei reati penali a Milano sono commessi da stranieri. Anche se, come rileva il recente rapporto Ismu che nel computo ha sommato 176mila regolari e 37mila irregolari, in città è straniero un cittadino su sei».
Ancora. «L’alta incidenza della criminalità straniera, che riguarda soprattutto i reati predatori, la falsificazione dei documenti, la contraffazione di merci, la ricettazione e la resistenza a pubblico ufficiale, ha naturalmente una prima causa nell’alto numero di clandestini, che nella sola provincia di Milano sono 71mila, cui vanno aggiunti le migliaia di rom». «Su quest’ultimo punto - insiste il vicesindaco - è illuminante il dato fornito dalla preziosa ricerca dell’Osservatorio regionale. Ovvero che l’ingresso della Romania nella Ue ha “sanato” 18mila cittadini provenienti dal quel Paese e presenti in Lombardia nel 2006 irregolarmente».