«City angel» ad honorem il «predicatore» antidroga

Stamane, proprio nel piccolo parco all’incrocio tra via Cola di Rienzo e via Stendhal dove venne pestato a sangue l’8 luglio scorso, Edward Gardner, 53enne immigrato del Ghana, da poco uscito dall’ospedale, verrà nominato City Angels ad honorem. Ieri, invece, con l’accusa di tentato omicidio (aggravato dalla premeditazione, da abietti, futili motivi come l’odio razziale e il desiderio di vendetta) e porto abusivo d’armi, il pm Isidoro Palma ha chiesto il giudizio immediato nei confronti dell’autore di quel raid, Giorgio Giurato, 38 anni, con precedenti per spaccio. Il pestaggio, che ridusse in fin di vita il ghanese, addetto alle pulizie in una casa editrice, soprannominato Eddy e conosciuto in zona anche per il suo impegno nella lotta alla droga, avvenne proprio perché l’africano ostacolava gli «affari» di Giurato, cercando di convincere i ragazzi che frequentano il piccolo parco a non fare uso di droghe.