La classe operaia entra a Buckingham Palace

Autumn Kelly, ex barista, con la mamma parrucchiera e un fratello muratore, sposa oggi il nipote della regina Elisabetta. È la prima «plebea» nella famiglia reale

da Londra

Si sposa il nipote della Regina e Buckingham Palace spalanca le porte alla working class. Finora era successo soltanto in occasione dell'ultimo compleanno di Elisabetta quando la sovrana, magnanimamente, aveva invitato a pranzo alcuni sudditi nati nel suo stesso anno. Ma da qui ad accogliere ufficialmente in famiglia qualcuno di origini così plebee ce ne vuole, soprattutto in un Paese dove la suddivisione per classi sociali è ancora una solida realtà. Invece questi Windsor sempre meno snob sorprendono di nuovo, con un matrimonio che segna una nuova apertura nel rigido sistema delle regole non scritte della monarchia britannica. L'unione tra il nipote più grande della Regina, Peter Phillips, e miss Autumn Kelly che avrà luogo quest'oggi nella cappella di St. George a Windsor, dimostra che ogni favola è possibile. Qualche anno fa per diventare la Cenerentola di turno erano indispensabili almeno delle origini alto-borghesi. Oggi bastano una buona istruzione, un sorriso disarmante e un carattere determinato. Sicuramente questo non è mancato a questa giovane trentenne, canadese d'origine, con una madre parrucchiera, un fratello muratore e uno zio ex gestore di un nightclub.
Anche se si svolge in Gran Bretagna e ha come protagonisti le teste coronate nazionali, la sua è una classica storia da sogno americano. Bella e intelligente, ma di umili origini, miss Kelly ha frequentato una scuola pubblica e si è pagata da sola gli studi in una prestigiosa università di Montreal - dove si è laureata con il massimo dei voti in studi orientali - facendo la modella e la barista. Dopo la laurea avrebbe potuto diventare un'agente dei servizi segreti canadesi - come ha rivelato ieri il Daily Telegraph - ma lei ha preferito optare per altre carriere nel settore della consulenza aziendale ed informatica. Di sicuro quando nel 2003 si era imbattuta in Peter Phillips, incontrato al Gran Premio automobilistico di Montreal, non sapeva che avrebbe finito per sposare un membro della famiglia reale. A dir la verità ha ignorato del tutto le nobili origini del rampollo di sangue blu per le prime sei settimane della loro relazione fino a che non ha intravisto il suo nuovo fidanzato in televisione mentre assieme alla madre guardavano un programma sul compleanno del principe William. Roba da restare stordite per un mese, ma Autumn non è proprio il tipo. A sentire le fonti del giornale, la signora pare del tutto indifferente all'attenzione che il suo matrimonio sta suscitando.
Certo per questa coppia mantenere anche la loro vita futura lontana dai riflettori delle cronache mondane sarà più facile, dato che mister Phillips è soltanto undicesimo in linea di discendenza al trono d'Inghilterra. Un diritto di nascita che Peter è riuscito a mantenere soltanto dopo la decisione, alquanto inattesa, della futura sposa di rinunciare alla sua fede cattolica. I genitori di Autumn divorziarono quando aveva solo 8 anni, ma lei è rimasta affezionata ad entrambi. Il papà Brian, dipendente di una società elettrica ora in pensione e la madre, risposatasi con un pilota aeronautico, saranno entrambi presenti quest'oggi. «Per essere onesti sapevamo ben poco della Famiglia Reale quando nostra figlia iniziò a frequentare il suo futuro sposo - ha dichiarato il padre -, non è qualcosa che si segue molto da vicino qui in Canada. Certo, ho incontrato Peter e anche la principessa Anna, una volta, quando siamo andati a trovarli in autunno. Eppoi ci fidiamo del giudizio di Autumn».
Alla Regina questa ragazza brava a scuola e negli sport sembra andare a genio, tanto che l'aveva invitata ad unirsi a lei durante una visita ufficiale di nove settimane nelle isole occidentali, invito mai esteso alle fidanzate dei principi William e Harry, forse troppo mondane per sciropparsi un tour delle coste scozzesi in compagnia di una testa coronata ottantenne. Lei ci è andata invece e a quanto pare ha fatto bene. Oggi entra a far parte della famiglia reale inglese e anche questo sembra uno scherzo che il destino aveva previsto in anticipo. Sapete come la chiamavano a scuola? Principessa Autumn. Una figlia della classe operaia sì, ma con lo stile da Grace Kelly.