Classica Sentimento del Tempo: Sborgi e Zappa alla corte del «Lied»

È un cenacolo di cultori di cose egregie e raffinate: per amanti del bello puro. Operano da una manciata d'anni, stretti fra istituzioni di lungo corso, programmi navigati e seguito mediatico. Ma l'hanno spuntata, e al loro ciclo di concerti, intitolato «Liederiadi», il pubblico non manca mai. Anzi. Liederiadi offre un appuntamento squisito quest'oggi (ore 16) nella Sagrestia bramantesca della basilica di Santa Maria delle Grazie. Un pomeriggio che ha per titolo «Sentimento del tempo», con il mezzosoprano Gabriella Sborgi e Giulio Zappa al pianoforte. Sborgi, milanese per nascita e studi, carriera internazionale, è conosciuta per l'intelligenza interpretativa e di repertorio. Curiosa e (musicalmente) controcorrente, ama esplorare i capitoli di storia musicale negletti, senza perdere di vista - naturalmente - il filone tradizionale. Ed è con questo spirito che ha composto il programma di questo appuntamento. In barba al titolo della rassegna, che con Lied allude alla più alta forma musicale che esprima l'animo tedesco, punta su pagine italiane. Pagine, però, svincolate dal melodramma di casa nostra, scritte semmai secondo la filosofia del Lied che richiede un testo di raffinata poesia tutt'uno con il suono, un sodalizio fra parola e musica che si vestono vicendevolmente, senza giochi di supremazia. Il Lied è la massima espressione in tal senso, ma pure in Italia qualche compositore ha saputo trovare un'alternativa vocale al melodramma nostrano. Il caso di Martucci, Respighi e Tosti, le cui arie ritroviamo inserite nel programma di stasera. Si tratta di artisti che, senza rinnegare la tradizione di casa propria, furono affascinati da quello che accadeva oltre le Alpi, e in particolare in Germania. Così, seppero dare una dimensione europea al proprio comporre. Martucci operò questa sua sperimentazione anzitutto al pianoforte, Respighi fu più attento all'orchestra ma anche alla voce in coppia con il pianoforte: realtà che visse da compositore e concertista in duo con la moglie Elsa, appunto cantante.