Classifica Sorpresa, Milano è tra le città meno inquinate d’Italia

Tutti in allarme per lo smog. E a Milano va in scena il teatrino del blocco del traffico, delle misure estreme agli estremi mali. Certo, dopo 35 giorni di sforamento dei limiti delle polveri sottili, è anche comprensibile che si voglia dare una bella sferzata al Pm10 con il blocco delle auto.
Ma in contemporanea arriva anche una sorpresa: Milano è tra le città meno inquinate d’Italia. Guarda un po’. A rivelarlo è una ricerca effettuata dall’agenzia ambientale Arpa in undici regioni italiane. Le concentrazioni di benzopirene piazzano Milano al 31esimo posto su 34 capoluoghi di provincia del centro-nord e al 58esimo su 63 Comuni italiani. Per la prima volta l’indagine non si è limitata a calcolare la quantità di Pm10, ma ha preso in considerazione la sua effettiva pericolosità per la salute umana in base alla presenza di quattro sostanze altamente cancerogene: arsenico, nichel, cadmio e benzopirene. I cui livelli a Milano, nel periodo tra aprile 2008 e marzo 2009, risultano ampiamente al di sotto del limite massimo previsto dalla legge per il 2012.
E i risultati migliori Milano li ottiene soprattutto per quanto riguarda il benzopirene, una sostanza prodotta dal traffico: la metropoli lombarda è infatti quartultima tra i Comuni capoluogo per livello di inquinamento, con 0,27 nanogrammi contro un valore obiettivo per il 2012 pari a 1 e una media nazionale di 0,66. L’aria di Milano è più pulita non soltanto di Roma, con 0,39 nanogrammi, ma anche di Padova (1,4) e Torino (0,64). E soprattutto è più respirabile di quella di una piccola città alle pendici delle Dolomiti come Belluno, a quota 1,1. La metropoli lombarda si piazza agli ultimi posti come livello di emissioni anche considerando i Comuni non capoluogo.
Su un totale di 63 solo cinque fanno meglio, mentre hanno concentrazioni pari almeno al quadruplo di Milano piccoli centri come Darfo (Brescia), con 2,09 nanogrammi, Feltre (Belluno) con 1,7 e Saliceto (Cuneo) a 1,3. E pensare che i risultati sarebbero stati ancor migliori se tutti i Comuni e le Regioni avessero fatto fino in fondo il loro dovere nella misurazione delle polveri sottili. Purtroppo molti comuni del Sud non hanno rilevato il Pm10 con costanza e quindi la classifica risulta, in un certo senso, sballata.