Claudio Persanti vince con «Il ritorno a casa di Enrico Metz» il premio Alassio 100 Libri

Va a Claudio Piersanti, autore de «Il ritorno a casa di Enrico Metz», il riconoscimento della 12ª edizione dell' «Alassio 100 libri - Un amore per l'Europa», premio promosso dall'assessorato alla Cultura del comune della cittadina ligure. Sabato 2 settembre, nella rinnovata piazza Partigiani di Alassio, la cerimonia di premiazione condotta dal presentatore Tv Gerry Scotti e inframmezzata dalle letture, tratte dal romanzo vincitore, degli attori Vanessa Gravina ed Edoardo Siravo.
Prevalendo nella cinquina dei finalisti, che vedeva anche Bruno Arpaia, Tullio Avoledo, Silvana Grasso e Salvatore Niffoi, l'opera di Piersanti è stata scelta dalla giuria formata da otto italianisti, insegnanti nelle maggiori università europee, che consegnerà all'autore un premio di 7.747,00 euro. Dopo Romagnoli, Loy, Guccini-Macchiavelli, Biamonti, Maggiani, Ferrero, Arpaia, Pariani e altri, la città di Alassio premia Piersanti e «Il ritorno a casa di Enrico Metz», edito da Feltrinelli, la storia di un manager di successo che, dopo una vita passata a fianco degli uomini che contano, decide di tornare nella sua città natale e qui riscopre la vita. Affiancato dal premio dedicato a un Editore Italiano, istituito nel 1999, da quest'anno l' «Alassio 100 libri» istituisce un premio per l'Informazione Culturale realizzato in collaborazione con la Fiera del Libro, «manifestazioni queste - ha spiegato Monica Zioni, assessore alla Cultura del comune di Alassio - che stanno ottenendo sempre migliori risultati e che garantiranno adeguata eco promozionale a sostegno del binomio vacanza-cultura e all'immagine turistica di Alassio».