Clericus Cup, Selecao ko: il vero brasiliano gioca con gli americani

Il North American Martyrs ha battuto 4-3 il Collegio Brasiliano. Artefice della vittoria Joao Kalevski, originario dello stato di Santa Catarina, lo stesso di Paulo Roberto Falcao)

Gli Stati Uniti che strapazzano i brasiliani su un campo di calcio è sempre una notizia. È accaduto sui campi della Clericus Cup, il Mondiale promosso dal Csi all'ombra del Vaticano, nel campionato pontificio.
Il North American Martyrs, la squadra del Collegio Americano del Nord, ha rifilato tre gol nel primo tempo e chiuso sul 4-3 a suo favore il match contro il Collegio Brasiliano, l'undici verdeoro, che ribattezzata come Selecao vaticana, finora non ha mai brillato in questa Clericus Cup.
La notizia si colora di tinte più accese se si pensa che l'artefice della disfatta «brasileira» è stato proprio un brasiliano, originario dello stato di Santa Catarina (lo stesso in cui è nato Paulo Roberto Falcao): Joao Kalevski. Il biondo sacerdote di padre ucraino, che nella Clericus Cup gioca da attaccante, è stato portato dal calciomercato clericale, per amicizie di corridoio universitario, nelle file del Collegio nordamericano.