Clessidra cede il 43% a Permira e Apax

Sisal

I gruppi di private equity Permira e Apax hanno acquistato una quota di controllo di Sisal, la società che gestisce, in concessione dai Monopoli di Stato, in esclusiva Totip e SuperEnalotto e in regime di multi-providing, cioè insieme ad altri operatori, Tris, Totocalcio e Totogol. A vendere è Clessidra, il fondo promosso da Claudio Sposito, che ha ceduto circa il 43% della sua quota totale, pari al 63% del capitale di Area Giochi Holding, il veicolo che controlla circa il 97,15% di Sisal (il restante 2,85% fa capo ai ricevitori). Il prezzo della transazione non è noto, ma, secondo quanto scrive il Sole 24 Ore, la valorizzazione di Sisal dovrebbe aggirarsi attorno a 1,2 miliardi e, dunque, Clessidra incassa circa 515 milioni.
Il fondo creato dall'ex manager Fininvest manterrà una partecipazione del 20% circa in Area Giochi Holding Spa. Restano invariate, secondo quanto riferito da una fonte vicina al dossier, le quote della famiglia Molo (31%), del management (4%) e di Efibanca (gruppo Banca Popolare Italiana), pari al 2%.
Clessidra, fondo guidato da Giuseppe Turri e Alessandro Grimaldi, aveva sul tavolo due alternative, quotazione in Borsa e secondary buyout, per valorizzare l'investimento effettuato nel febbraio 2005, quando rilevò il 63% di Area Giochi Holding dai Molo e dalla cordata Meliorbanca-Efibanca, sulla base di una valutazione del gruppo di 430 milioni.
Alla luce delle condizioni di mercato Clessidra ha scelto la strada della cessione a Permira e Apax. I due fondi erano inizialmente in concorrenza, ma poi hanno optato per un'alleanza, superando nel rush finale Cvc Capital Partners. Secondo una fonte, l'Ipo è prevista tra fine 2007 e prima metà del 2008.