Cliente ferito al braccio in rapina a una trattoria

Spari in trattoria alle porte di Monza. Bottino nullo, ma un avventore ferito al polso e alla gamba sinistra ricoverato all’ospedale. Notte di terrore al bar ristorante «Lisa» di Sovico, un locale abitualmente frequentato da pensionati. Erano da poco passate le 23,30 di venerdì quando due banditi hanno fatto irruzione all’interno pistole in pugno con la chiara intenzione di rapinarlo. Mentre il primo si è fermato davanti a una delle porte d’ingresso per fare da palo e controllare la situazione, il secondo si è avvicinato alla cassa dove era la proprietaria era seduta su di uno sgabello. I sette clienti presenti in sala hanno pensato in un primo momento ad uno scherzo. Un equivoco che è durato sino alla conclusione violenta della rapina. Il malvivente che si era avvicinato al bancone alla ricerca del denaro, ha iniziato a svuotare uno dopo l’altro i cassetti gettando il contenuto a terra, ma dei soldi nemmeno l’ombra. Il bandito, dopo pochi secondi, ha lasciato in tutta fretta il locale correndo verso la porta d’ingresso per raggiungere l’auto parcheggiata proprio davanti al locale. Mentre usciva sulla soglia si è imbattuto in un cliente che stava entrando nel locale per raggiungere un amico. L’uomo non si è lasciato intimorire ed ha urlato ai banditi di avere già preso il numero di targa e di avere telefonato ai carabinieri. Il malvivente a quel punto ha perso la testa ed ha esploso due colpi di pistola colpendolo al braccio e alla gamba. Poi è salito sull’auto dove il complice era già al volante. I due sono partiti sgommando mentre all’interno era scoppiato il finimondo. Uno dei presenti ha chiamato il centralino del 118 e i carabinieri. L’auto, una Bmw risultata rubata ad ottobre a Milano, è stata ritrovata in una via periferica di Albiate, un paese poco distante dal luogo dell’assalto. Era completamente distrutta dalle fiamme.