Clima, appello del Papa: impegno per il futuro

Summit di Copenhagen, appello di Benedetto XVI perché vengano messe in atto &quot;azioni rispettose della creazione&quot; e a promuovere &quot;uno sviluppo solidale&quot;, con stili di vita &quot;sobri e responsabili&quot;. <a href="/interni/la_prestigiacomo_serve_svolta_o_15_anni_ci_saranno_conseguenze/clima-copenhagen-prestigiacomo-ambiente-energia-obama/06-12-2009/articolo-id=404990-page=0-comments=1" target="_blank"><strong>Il ministro Prestigiacomo</strong></a>: &quot;Superare Kyoto, svolta o fra 15 anni ci saranno conseguenze&quot;

Città del Vaticano - Papa Benedetto XVI, al termine dell'Angelus in piazza San Pietro, ha rivolto un appello ai paesi della Conferenza di Copenaghen sul clima perché si impegnino in "azioni rispettose della creazione" e a promuovere "uno sviluppo solidale", con stili di vita "sobri e responsabili" soprattutto verso i poveri e le generazioni future. "Domani - ha detto Benedetto XVI - si aprirà, a Copenaghen, la Conferenza dell'Onu sui cambiamenti climatici, con cui la comunità internazionale intende contrastare il fenomeno del riscaldamento globale". "Auspico - ha aggiunto - che i lavori aiuteranno ad individuare azioni rispettose della creazione e promotrici di uno sviluppo solidale, fondato sulla dignità della persona umana ed orientato al bene comune". "La salvaguardia del creato postula - ha continuato - l'adozione di stili di vita sobri e responsabili, soprattutto verso i poveri e le generazioni future. In questa prospettiva, per garantire pieno successo alla Conferenza, invito - ha concluso - tutte le persone di buona volontà a rispettare le leggi poste da Dio nella natura e a riscoprire la dimensione morale della vita umana".