Clima caldo a Catania per la Samp

Il giorno del tridente? Punto interrogativo d'obbligo, dovuto soprattutto alla scaramanzia. La Sampdoria oggi scende a Catania (ore 15, stadio "Massimino") per trovare continuità di risultati dopo la convincente vittoria di domenica contro il Parma. L'unico dubbio, forse dovuto alla pretattica, è quello dell'attacco: Mazzarri sembra orientato a rischiare Cassano dal primo minuto, in compagnia degli «intoccabili» Montella e Bellucci. Interrogativo dovuto alla vigilia della gara con il Parma, quando sembrava certo vedere in campo il talento barese, poi fermato da un guaio muscolare che sembra non creare più fastidi.
Sampdoria d'attacco, dunque, che in Sicilia cerca tre punti e vuole rispondere sul campo al clima caldo che troverà nello stadio di Catania. Ambiente arroventato dopo le dichiarazioni dell'amministratore delegato dei rossoazzurri Pietro Lo Monaco: «Non dimentichiamo che nel finale dello scorso campionato la Sampdoria riuscì a batterci per 1-0 - ha ricordato il dirigente dei siciliani - costringendoci poi a vincere con il Chievo per la salvezza». Un eccesso di impegno quello che i blucerchiati avrebbero messo durante la partita, in un periodo del campionato in cui anche grandi squadre venivano battute da chi si giocava la permanenza nella massima serie. «Mi auguro - ha proseguito Lo Monaco - che i tifosi catanesi facciano sentire il loro sostegno». Il dirigente non sembra avere buoni rapporti neanche con l'attuale tecnico blucerchiato: «Non ho digerito le affermazioni di Mazzarri - ha proseguito Lo Monaco - che si disse dispiaciuto della retrocessione del Chievo».
Per il resto nessuna sorpresa in formazione. Tra i 19 convocati da segnalare anche i nomi di Maggio e Bonazzoli, entrambi partiranno dalla panchina.
Sampdoria: Mirante, Lucchini, Sala, Gastaldello; C. Zenoni, Palombo, Volpi, Pieri; Cassano, Bellucci, Montella. All.: Mazzarri. Catania: Polito, Vargas, Terlizzi, Stovini, Sardo; Baiocco, Edusei, Izco; Mascara, Spinesi, Martinez. All.: Baldini.