Clinica della fertilità offre «bambini su misura»

A Los Angeles l'ultima frontiera dell'eugenetica: i genitori potranno scegliere sesso, occhi e capelli del nascituro. Negli Stati Uniti è già polemica, ma i responsabili del progetto non hanno nessuna intenzione di rinunciare al business

Prima o poi ci si doveva arrivare. È polemica negli Stati Uniti dove una clinica della fertilità di Los Angeles, scrive il sito web della Bbc, ha cominciato a offrire la possibilità di creare bambini su misura. L'ultima frontiere dell'eugenetica, un primo passo verso un mondo davvero disumano dove la scienza si crede onnipotente e si permette di calpestare i valori fondamentali dell'umanità. E così, passo dopo passo, da un esperimento all'altro, da una colpevole concessione all'altra, siamo arrivati al punto che i genitori potranno scegliere sesso, colore degli occhi e dei capelli degli eredi. Così, almeno, promettono i responsabili della struttura sanitaria americana, pionieri della nuova frontiera dell'estetica che calpesta l'etica. Il primo neonato, sembra, potrebbe essere «pronto» il prossimo anno, garantisce il dottor Jeff Steinberg del Los Angeles Fertility Institutes. La tecnica utilizzata è la diagnosi genetica preimpianto (Pgd) degli embrioni fino a individuare quello «giusto» su una ampia serie di ovuli fecondati. Basterà analizzare una singola cellula prelevata da ogni embrione ottenuto prima che venga impiantato nell'utero della madre. In questo modo non solo si potrà selezionare un embrione sano, privo di malattie, ma si potrà scartare quelli non rispondenti alle richieste dei futuri genitori fino a quando non si sarà trovato tra i tanti embrioni quello che corrisponderà ai loro desideri. Una mostruosità che negli States ha già innescato un mare di polemiche. Ma i responsabili del terribile progetto non sembrano, almeno por ora, per nulla intenzionati a rinunciare al business. Come a che dire che in nome de dio dollaro si è disposti veramente a tutto.