Da Clinton a Ozzy, tutti pazzi per lui «Siamo una grande generazione»

L’ex presidente applaudito come una rockstar di fianco a Bon Jovi, Versace, Sutherland e Michael Caine

da New York

Strano, proprio lui che aveva sempre sofferto di ritardi cronici durante i suoi due mandati alla Casa Bianca invece è arrivato puntualissimo alle otto. Si è fatto strada tra il pubblico che lo abbracciava e gli voleva stringere la mano, quasi osannandolo. Bill Clinton ha fatto spettacolo domenica sera al Madison Square Garden: come un idolo rock della politica, l'ex presidente ha fatto faticare le sue guardie del corpo che cercavano di tenere a bada ragazzine, donne mature e giovani che volevano a tutti i costi farsi fotografare con lui.
«Adoro Elton John - ha dichiarato Clinton -: è indubbiamente il mio musicista preferito. Vederlo così felice, stasera, mi ricorda che a sessant'anni tutti noi abbiamo ancora un po' di energia». Sir Elton e Clinton si conoscono da molti anni: l'inglese aveva aiutato il democratico ad aprire un canale per la lotta all'Aids in Africa e da allora erano diventati amici.
Ma il compleanno del musicista che per ben due volte era intervenuto per aiutare i negoziati di pace tra Israele e la Palestina aveva richiamato anche altri vip. Sir Elton ha sempre collezionato amici preziosi, così come collezionava vestiti, scarpe, automobile antichi e progetti per salvare il mondo.
La sua musica ha sempre appassionato un certo mondo un po' snob, un po' upper class americano: non è apparso strano a nessuno che il Madison Square Garden contenesse un pubblico completamente di pelle bianca.
Cosa regalare ad un uomo che ha tutto, compreso un titolo nobiliare, e che si era svegliato domenica mattina in una stanza d'albergo inondata di telegrammi d'auguri? Venire ad applaudirlo nell'arena newyorchese era forse il regalo più bello. Così oltre a Clinton in sala c'erano i due fratelli Weinstein, i produttori cinematografici più famosi di New York, c'era Matt Lucas, il famoso comico inglese seduto accanto a Robin Williams. C'era l'attore Keifer Sutherland, protagonista della grande serie di successo 24hours, Jon Bon Jovi, Lulu e Donatella Versace. C'era anche Yoko Ono, che ha nascosto gli occhi dietro ai suoi occhiali da sole e ha abbassato lo sguardo mentre Elton John parlava di suo marito. C'era Michael Stipe, Ozzy Osbourne, la bellissima neo mamma Liv Tyler e l'attore Michael Caine che ha dichiarato: «La nostra è una grande generazione. Come vedete, non siamo ancora finiti».