Clonazione umana Australia verso il sì

L’Australia verso il sì alla clonazione di embrioni umani per la ricerca, a fini terapeutici, sulle cellule staminali. In un raro caso di voto di coscienza, in cui i parlamentari non erano legati da direttive di partito, il Senato ha approvato il disegno di legge, presentato dall’ex ministro della Sanità, la conservatrice Kay Patterson. Questo permetterebbe la clonazione terapeutica, che comporta la rimozione del nucleo di un ovulo umano non fecondato, aggiungendo Dna per farlo sviluppare in laboratorio. Il disegno di legge è stato approvato, anche grazie a un emendamento dell’ultima ora, che esclude la creazione di ibridi uomo-animale. Ora la parola passa alla Camera per l’approvazione finale. Gli scienziati premevano da tempo per la liberalizzazione della ricerca sulle staminali e per la clonazione terapeutica di embrioni per la ricerca medica.