Clooney, De Niro e la Jolie stelle di Berlino

George è il protagonista di «The Good German», Bob in «The Good Sheperd» dirige Angelina e Damon

da Berlino

Robert De Niro e George Clooney saranno tra i protagonisti della 57ª edizione del Festival del cinema di Berlino (dall'8 al 18 febbraio). De Niro nelle vesti di regista con The Good Shepherd, Clooney come attore in The Good German di Steven Soderbergh sono due dei primi sei film selezionati per il concorso. Nella sua seconda prova da regista, dopo Bronx del 1993, De Niro racconta la storia di un laureato idealista di Yale durante la seconda guerra mondiale che viene reclutato dall'Oss (da cui poi nacque la Cia). Nel cast Matt Damon e Angelina Jolie.
In The Good German, George Clooney interpreta un giornalista americano che è coinvolto in un complotto nella Berlino del dopo-guerra. Girato in bianco e nero, il film è un omaggio di Soderbergh al cinema degli anni Quaranta, che mescola materiali storici d'archivio alle scene con gli attori. Con Clooney ci sono Tobey Maguire and Cate Blanchett. Come per il film di De Niro, si tratta di una anteprima internazionale.
L'Europa è rappresentata anche dal film Irina Palm in cui l'attrice e cantante Marianne Faithfull (recentemente vista in Marie Antoinette) è una vedova cinquantenne che ha disperatamente bisogno di denaro e accetta un lavoro in un club a luci rosse. Irina Palm, diretto dal belga Sam Garbarski, è in prima mondiale. Dopo Il senso di Smilla per la neve (1997), torna a Berlino anche il due volte vincitore dell'Oscar Bille August per presentare Goodbye Bafana in prima mondiale. È la vera storia di James Gregory (Joseph Fiennes), la guardia carceraria bianca che per vent’anni è stato accanto a Nelson Mandela, interpretato da Dennis Haysbert, in una prigione sudafricana. Il film sarà proiettato l’11 febbraio, diciassettesimo anniversario dell’uscita dal carcere a quando il Nobel per la pace è stato scarcerato.
Dalla Corea del Sud arriva I Am A Cyborg But That's Ok del celebrato Park Chan-wook, ambientato in un ospedale psichiatrico dove una giovane donna che crede di essere un cyborg si innamora di un medico. Nel cast la superstar coreana del cinema e della musica, Rain. Tra i primi sei film selezionati, anche un tedesco: Yella di Christian Petzold. Dopo Gespenster (Ghosts) nel 2005, il regista torna alla Berlinale con la storia di una giovane donna della ex Germania Orientale che va a lavorare all'Ovest per sfuggire ad un matrimonio opprimente. La selezione completa del concorso sarà resa nota a metà gennaio dal direttore della Berlinale Dieter Kosslick.